Pogettazione d'interni low cost, architetto online, due soluzioni di progetto con immagini 3D gratuite ed illimitate

mmmmmmmmm

m

SOGGIORNO

Riorganizzazione di un locale

Stato di fatto

large product photo

 

Stato di progetto

large product photo

large product photo

large product photo

large product photo

large product photo

large product photo

large product photo

large product photo

 

SOLUZIONI DI PROGETTO

 

RICHIESTE ED ESIGENZE DELLA COMMITTENZA.

Si vuole ottenere «un ambiente di forte impatto estetico ma allo stesso tempo pienamente funzionale e che soddisfi le esigenze di seguito elencate:

1. ampia zona conversazione

2. guardare un film, ascoltare musica o leggere un buon libro»

 

Analisi dei difetti della configurazione esistente:

1) Il tramezzo di separazione [A] tra soggiorno e cucina si trova più indietro rispetto all’elemento di parete [D] e alla colonna [B], il che crea un insieme molto discontinuo. Il suddetto tramezzo forma un angolo di 195° (lato soggiorno) con l’elemento di parete [D] e di 165° con la colonna [B] contribuendo a creare un insieme sghembo. 2) L’elemento di parete [C] risulta troppo corto per giustificare un angolo di 165° con la parete contenente la porta d’ingresso. Ne deriva un insieme poco armonico. E’ presente inoltre una discontinuità alla congiunzioni degli stessi due elementi.

 

DESCRIZIONE DEL PROGETTO

Nota: tutte le opere proposte possono essere realizzate senza intervenire sulla muratura esistente ma con uso di cartongesso ed eventualmente pannelli in legno.

Allo scopo di correggere il difetto 1) è stata creata una controparete in cartongesso che alla destra della porta di accesso alla cucina presenta dei vani a giorno, dotati di illuminazione led, e alla sinistra della porta stessa è caratterizzata da vani con anta di apertura a scomparsa che consentono di garantire un minimo spazio contenitivo al soggiorno.

La porta di accesso alla cucina è realizzata con due pannelli scorrevoli all’interno del contromuro.

Per rendere meno sghembo il soggiorno, conferendogli maggiore regolarità, è stato creato un elemento divisorio tra l’ingresso ed il soggiorno stesso. Questo divisorio presenta delle aperture, schermate da pannelli in vetro o plexiglass, la cui disposizione richiama quella dei vani a giorno sulla controparete. Al di sopra della zona finestrata è stata inserita una veletta in cartongesso che, oltre a schermare gli ancoraggi delle tende, crea continuità rispetto alla colonna esistente.

Per correggere il difetto 2) risulta necessario intervenire riempiendo la discontinuità segnalata.

Per ridurre la disarmonia legata alla ridotta dimensione dell’elemento di parete [C] è stato creato uno scaffale a giorno che crea l’effetto ottico di allargare l’elemento di parete in questione. La presenza del calorifero è purtroppo un elemento di disturbo di cui occorre tenere conto.

•Tutta la zona ingresso è stata controsoffittata e caratterizzata con un’illuminazione a faretti led. E’ stata mantenuta la configurazione a due ante scorrevoli interno muro della porta di accesso alla zona notte. La mancata conoscenza della configurazione del disimpegno della zona notte non consente di intervenire con eventuali variazioni . La nicchia presente in prossimità della porta verso il disimpegno è stata utilizzata per creare nuovi vani a giorno con illuminazione led, in continuità con quanto realizzato sulla controparete sul lato opposto.

Nella parte inferiore può essere collocato un camino a bioetanolo.

Gli arredi sono molto essenziali e funzionali all’uso che la committenza intende fare del soggiorno. E’ stata collocata una panca per contenere TV, stereo ed altri apparecchi elettronici. Di fronte ad essa è stata collocata una poltrona relax di design (chaise longue di Mario Bonacina), mentre al centro della stanza è collocato il divano per creare una zona conversazione (nella rappresentazione grafica si è scelto un divano Moroso Victoria&Albert).

Opzionale una consolle nella zona ingresso. A lato della porta di ingresso è stato collocato uno specchio per conferire più ampiezza all’ingresso stesso.

Da un punto di vista cromatico si propone un contrasto tra il fondo delle nicchie a toni decisi e le pareti chiare. Lo stesso colore del fondo nicchia può essere richiamato sulla parete all’ingresso e sulla porta di comunicazione con la cucina.

 

Ultimo aggiornamento del sito: 20 gennaio 2010


site design by Massimo Manni