Pogettazione d'interni low cost, architetto online, due soluzioni di progetto con immagini 3D gratuite ed illimitate

mmmmmmmmm

m

TRILOCALE

Ristrutturazione primo lvello di villetta

Stato di progetto - soluzione 1

large product photo

Viste: Soluzione 1

large product photo

large product photo

large product photo

large product photo

large product photo

large product photo

large product photo

large product photo

large product photo

large product photo

large product photo

large product photo

large product photo

large product photo

large product photo

large product photo

large product photo

large product photo

large product photo

large product photo

large product photo

Viste: Soluzione 2

large product photo

large product photo

large product photo

large product photo

large product photo

large product photo

large product photo

large product photo

large product photo

large product photo

large product photo

large product photo

 

SOLUZIONI DI PROGETTO

 

RICHIESTE ED ESIGENZE DELLA COMMITTENZA

Inserire porte scorrevoli a scomparsa .

Inserire all’ ingresso un “vano disimpegno per portaombrelli, attaccapanni…” .

Salone: “divano angolare medio grande e/o con penisola e arredamento essenziale ma di impatto”.

Cucina: “cucina abitabile con possibilità di chiudere l'accesso mediante porte scorrevoli, magari con isola centrale” .

“Creare un vano/dispensa in cucina per mettere provviste, secchi, scope ….”.

Camere: camera matrimoniale (gradita eventuale cabina armadio) e “cameretta adibita a studio/camera ospiti (dove mettere pc, libri dvd cd …) magari con divano letto”.

Realizzare 2 bagni di cui uno privato (accessibile da camera matrimoniale) con vasca; l’altro con cabina doccia con sauna annessa.

Creare possibilmente una lavanderia altrimenti inserire la lavatrice nel ripostiglio .

Creare nel soggiorno “un angolo per stufa pellet/camino ….”. “2-3 televisori, un maxi schermo in salotto, un televisore in camera da letto di fronte al letto magari fissato al muro”.

Stile preferito: dichiarato “ambiente tra il rustico e il country” ma fornite immagini di ambienti preferiti di taglio decisamente moderno.

Pavimento: parquet o rustico.

 

SOLUZIONE 1

DESCRIZIONE DEL PROGETTO

Il nuovo progetto soddisfa la richiesta di introdurre tutte porte scorrevoli all’interno dell’appartamento: fanno eccezioni solo le porte di accesso dall’esterno e dal vano scala e quelle di ingresso ai ripostigli (per i quali si può ricorrere a porticine a doppio battente o a libro). Al fine di utilizzare tutto lo spazio possibile a favore del soggiorno e delle camere ho preferito ricorrere ad un ingresso integrato nel soggiorno stesso (salvaguardando la necessità di avere un vano attaccapanni attraverso la creazione di un armadio a muro) ed un disimpegno verso la zona notte molto contenuto a livello spaziale e comunque non separato dal soggiorno tramite serramenti. Non avendo chiaro se il dubbio relativo alla scelta della pavimentazione sia legato a criteri pratici o estetici, nelle mie rappresentazioni ho optato per un gres porcellanato con texture tipo legno che integra l’aspetto estetico del legno con una elevata resistenza meccanica. In merito allo stile da conferire all’ambiente, dal materiale fornito non mi sembrava così spiccata la predilezione verso uno stile rustico per cui ho optato per uno stile più tendente al moderno, prendendo spunto dalle immagini fornite dal cliente.

SOGGIORNO E CUCINA

La cucina è caratterizzata da un’isola che racchiude la zona operativa e la zona “pranzo” che si ritiene possa soddisfare le esigenze di un single senza il ricorso ad un tavolo bensì attraverso un ampio prolungamento del piano della zona operativa attrezzabile con sgabelli nel rispetto di una altezza di circa 90 cm da terra. Tutta la zona operativa è sormontata da un controsoffitto che oltre ad avere funzione estetica supporta una illuminazione da incasso e contiene i raccordi per collegare la cappa aspirante sull’isola centrale alla colonna di evacuazione dei vapori. La parete di fondo della cucina contiene le colonne operative frigo, forno e dispensa. La parte centrale della parete di fondo può essere anche utilizzata per la creazione di un vano dispensa/ripostiglio in cartongesso. Tutta la zona colonne è chiusa da un secondo ribassamento in cartongesso. L’isola che occupa la posizione centrale della cucina è a ridosso di una quinta che separa la cucina stessa dal soggiorno e che, dal lato soggiorno ,serve da appoggio per la zona TV. La stessa quinta è realizzata con un doppio tramezzo all’interno del quale scorrono due pannelli vetrati a tutt’altezza che possono essere nascosti all’interno del contromuro lasciando in comunicazione la cucina con il soggiorno. Quest’ultimo è caratterizzato, secondo richiesta, dalla presenza del divano angolare e di una stufa a pellets. A livello di finitura, il soggiorno è caratterizzato dalla colorazione intensa della quinta e dalla presenza di un’ampia parete rivestita in pietra. Il soggiorno è virtualmente separato dalla zona notte attraverso un disimpegno con controsoffitto in cartongesso che finisce con un andamento curvo verso il soggiorno stesso. L’intera zona disimpegno è caratterizzata da una colorazione delle pareti di colore grigio. Dal disimpegno è possibile accedere verso il bagno “pubblico” (tale definizione è solo per distinguerlo dal bagno privato annesso alla camera matrimoniale), la camera da letto ed un nuovo ripostiglio che può contenere la lavatrice ed altri oggetti ingombranti. Allo studio si accede invece direttamente dal soggiorno.

STUDIO

Lo studio è stato tagliato su una metratura di circa 10m2 che consentono un futuro utilizzo come cameretta da letto. Una porzione di spazio è stata sottratta allo studio per ricavare un armadio a muro all’ingresso. La superficie limitata non rende possibile adottare nello stesso ambiente sia una scrivania che dia all’ambiente una connotazione da studio e sia un divano letto. Si è optato per l’inserimento di una poltrona letto privilegiando invece l’aspetto “studio” con l’inserimento di un’ampia scrivania ed un mobile libreria. Nel caso in cui fosse necessario il ricorso ad un letto matrimoniale per gli ospiti si suggerisce di adottare una soluzione con letto a scomparsa integrato (vedi soluzioni proposte dall’azienda Clei).

 

BAGNO “PUBBLICO”

Tale bagno è a disposizione degli eventuali ospiti ma può essere utilizzato frequentemente dal padrone di casa per usufruire della cabina doccia /sauna. Si è fatto ricorso ad una cabina di dimensione 70X100 in modo da lasciare circa 70 cm per il passaggio dalla zona lavabo, posta a ridosso dell’ingresso, alla zona sanitari (la larghezza del bagno è infatti vicina a i 140 cm).

CAMERA

La camera matrimoniale è stata tagliata su una metratura di 14m2 che sono il minimo consentito dai regolamenti edilizi per la destinazione a camera matrimoniale. Tale spazio non è sufficiente per la creazione di una cabina armadio. Si è preferito inserire allora un ampio armadio a tutt’altezza che occupa tutta la parete a lato del letto. Di fronte al letto è stato inserito un mobile per la TV al lati del quale sono posizionate le porte a scomparsa che consentono rispettivamente l’accesso alla camera stessa ed il passaggio al bagno privato.

BAGNO PRIVATO

L’elemento caratterizzante è costituito dalla vasca a incasso inserita nel vano a ridosso del vano scale. Per la zona lavabo si è optato per una soluzione da appoggio su un piano in muratura. I sanitari rappresentati nelle simulazioni fotorealistiche sono quelli disponibili nel mio database e non costituiscono in nessun modo un suggerimento volto al cliente. Altrettanto vale per la scelta dei rivestimenti ivi presentati.

 

SOLUZIONE 1

DESCRIZIONE DEL PROGETTO

L’elemento principale della riprogettazione è il ridimensionamento del bagno privato e l’allargamento del bagno pubblico. Questa inversione nella distribuzione degli spazi ha indotto a modificare lo spazio distributivo della camera da letto, dove è stato necessario rimuovere l’armadio che prima occupava l’intera parete di separazione dal bagno, ed è stata inserita una cabina armadio, ricorrendo necessariamente all’eliminazione del ripostiglio/lavanderia. La nuova cabina armadio è posta all’interno di un disimpegno che conduce verso il bagno privato. Ai fini del rispetto della metratura minima di 14m2 bisogna considerare che la cabina armadio è annessa alla camera stessa per cui le metrature dei due locali vanno sommate tra loro.

A causa dell’eliminazione del ripostiglio/lavanderia la lavatrice è stata spostata nel ripostiglio della cucina (da adottare una lavatrice con profondità max 40cm). L’eliminazione della rientranza dello studio offre la possibilità di sfruttare meglio lo spazio all’interno del locale con la possibilità di inserire un divano letto.

L’armadio a muro è stato spostato nella nicchia creata dallo spostamento della porta di accesso alle scale verso il disimpegno della zona notte. Da un punto di vista architettonico, il ricorso a finiture rustiche dei pavimenti e delle pareti mi ha indotto a ricorrere nel soggiorno alla soluzione ad arco, che è un elemento ricorrente nell’architettura rustica.

L’adozione dell’arco è stata interpretata in maniera personale scomponendo l’arco stesso in due semiarchi, posti ai lati della quinta che definisce la zona TV, che si sviluppano fino ad un’altezza corrispondente all’altezza del controsoffitto nel disimpegno verso la zona notte.

La chiusura della cucina è ancora realizzabile attraverso due porte scorrevoli all’interno dell’intercapedine tra muro e contromuro. Non è più opportuno ricorrere al vetro come materiale per le porte, che è un elemento più tipico dell’architettura moderna; opterei pertanto per dei pannelli di legno laccato a poro aperto o impiallacciati in legno molto chiaro.

Ultimo aggiornamento del sito: 20 gennaio 2010


site design by Massimo Manni