Pogettazione d'interni low cost, architetto online, due soluzioni di progetto con immagini 3D gratuite ed illimitate

mmmmmmmmm

m

BILOCALE

Ristrutturazione di un appartamento

Stato di fatto

large product photo

 

Stato di progetto: soluzione base

large product photo

 

Vista generale

large product photo

Soggiorno con angolo cucina

large product photo

 

large product photo

large product photo

Camera da letto con angolo studio

large product photo

large product photo

large product photo

large product photo

Bagno

large product photo

Prima variante sulla camera da letto

large product photo

large product photo

large product photo

Seconda variante sulla camera da letto

large product photo

large product photo

large product photo

large product photo

large product photo

SOLUZIONI DI PROGETTO

 

RICHIESTE ED ESIGENZE DELLA COMMITTENZA:

•“Riorganizzare gli spazi” del soggiorno/cucina

•“Ricavare uno spazio pc con scrivania dove è più consono”.

•“Essere guidato nella scelta di colori per gli ambienti e materiali da impiegare”

•“Creare se fattibile una cabina armadio di grandezza minima 1x2 o superiore nella camera da letto oltre ad installare una tv”.

•“Eventuali controsoffitti sono di mio gradimento e l’abbattimento di parti di muri interni, per creare il più possibile ambienti ampi.”

•“Soluzione per il bagno in modo da installare doccia o vasca.”

•“Sostituzione di pavimentazione per cucina, tinello, ingresso, bagno”.

Il presente progetto cerca di soddisfare per quanto possibile le richieste della committenza tenendo conto del budget molto ridotto. Proprio a causa di questo vincolo ho evitato di operare lo spostamento di tavolati interni che avrebbero comportato la necessità, oltre ai costi di demolizione e riedificazione, di presentazione di una pratica edilizia (CIA o SCIA) presso il comune di competenza con la necessità di ulteriori spese per l’asseverazione di un tecnico abilitato e la successiva necessità di provvedere all’aggiornamento degli archivi catastali attraverso una pratica DOCFA. Infatti la realizzazione della cabina armadio, soprattutto se realizzata in cartongesso e aperta sulla camera da letto, può essere considerata come un intervento che non altera la superficie e la disposizione attuale dei vani, così come le piccole demolizioni tra soggiorno/ingresso e soggiorno/cucina possono essere configurate come allargamenti degli accessi.

Come accennato in precedenza si è allargato l’accesso dall’ ingresso verso il soggiorno per dare più continuità ai due locali. E’ stato creato un constrosoffitto estetico all’ingresso che accogli l’illuminazione da incasso. Similmente si è operato eliminando una porzione di tramezzo tra soggiorno e cucina. A rigore sarebbe necessaria, per il soddisfacimento del regolamento d’igiene comunale, la collocazione di una ulteriore porta che disimpegni il bagno nei confronti della cucina, oltre naturalmente alla porta del bagno stesso. Tale porta può essere considerata in sede di progetto come pannello scorrevole esterno muro tra ingresso e soggiorno Circa la disposizione del soggiorno si è optato per un divano letto disposto frontalmente ad un mobile attrezzato, destinato alla collocazione di TV, stereo ed ogni altro apparecchio. Il tavolo è stato collocato sulla parete che separa parzialmente il soggiorno dalla cucina. Si è optato per un tavolo di lunghezza 130, opportunamente allungabile, per non incombere troppo sul soggiorno stesso. Data la scarsa luminosità dell’ambiente (la presenza della veranda temo sia di grave ostacolo alla aeroilluminazione naturale) si consigliano tinte chiare con la sola concessione di una parete dipinta tono su tono perpendicolarmente alla finestra. Anche per il divano opterei per una tinta chiara e neutra. L’aggiunta di colori può essere legata agli accessori, come le sedie, un tappeto o dei quadri. Relativamente alla cucina si è deciso di lasciare la zona cottura nella sua collocazione originaria per evitare di intervenire sul percorso della conduttura del gas. Per la collocazione della zona lavabo e del lavastoviglie incassato sotto lo sgocciolatoio, sfrutterei la zona sottofinestra. Non è possibile invece sfruttare la parete opposta alla zona cottura in quanto lo spazio all’interno della cucina risulterebbe eccessivamente compresso. Il frigo sarebbe collocato a lato della zona cottura, mentre la parte alta sopra il frigo e la zona cottura dovrebbe essere sfruttata fino al massimo dell’altezza con doppi pensili. Il mantenimento dell’elemento di tramezzo tra soggiorno e cucina, su cui è stato appoggiato il tavolo, schermerebbe tutta la zona “contenitiva” della cucina rispetto al soggiorno stesso. Ai fini di un corretto riproporzionamento del volume della cucina sarebbe opportuno un ribassamento estetico anche in cucina. Una prima soluzione dispositiva per il bagno considera la presenza della sola doccia, di dimensioni comunque molto ampie. In alternativa alla doccia è possibile collocare la vasca da bagno nella zona sottofinestra. La lavatrice a profondità ridotta, può essere sistemata eventualmente anche sottolavabo, coperta da un’anta a battente. Consigliata la presenza di uno specchio a tutta parete per dare la percezione di una maggiore ampiezza del locale. La superficie abbondante della camera da letto consente di soddisfare tutte le richieste in termini di:

•Creazione di una cabina armadio

•Creazione di una zona studio

•Collocazione di una zona TV fronte letto In aggiunta è stato creato, tra la zona studio e la cabina armadio, un controsoffitto portante che funge da ripostiglio aereo con un portello di accesso a due ante.

Relativamente alla cabina armadio, disposta a “L”, si è pensato di ricorrere ad una soluzione low cost per la chiusura della stessa, costituita da una tenda plissettata. La collocazione di due pannelli di chiusura (uno fisso ed uno scorrevole) può essere riservata al futuro. Si riportano in seguito anche le immagini relative alla soluzione con pannelli scorrevoli. Per la zona studio si è pensato anche in tal caso ad una disposizione ad “L” che oltre ad offrire molto spazio contenitivo per i libri ed altri oggetti consenta di schermare la zona studio rispetto alla zona letto.

PRIMA VARIANTE SULLA CAMERA DA LETTO

In questa seconda soluzione la zona studio viene mantenuta inalterata, mentre la cabina armadio viene allargata. Viene adottata per motivi estetici una controsoffitatura ad andamento curvo che si raccorda con il volume della cabina armadio. Rispetto alla soluzione precedente è stata invertita la disposizione reciproca del letto e della zona TV.

SECONDA VARIANTE SULLA CAMERA DA LETTO

Questa ulteriore soluzione nasce dalla richiesta di una soluzione con zona studio spostata verso la finestra. Nella zona vicina all’ingresso è realizzata la cabina armadio di dimensioni molto simili a quella proposta nella prima soluzione. La parete opposta può accogliere una cassettiera in modo da completare la zona “contenitiva”. La separazione tra la zona contenitiva e la zona letto/studio avviene tramite un tramezzo su cui può essere appoggiata la testiera del letto. Per garantire la massima illuminazione della zona contenitiva, sono state realizzate delle feritoie verticali, dotate di vetro, sul nuovo tramezzo. All’apertura di comunicazione tra le due zone è stato dato un particolare taglio trapezoidale. La disposizione del letto e della zona studio impongono purtroppo una soluzione più arrangiata per la collocazione della tv.

 

Ultimo aggiornamento del sito: 20 gennaio 2010


site design by Massimo Manni