Pogettazoned'interni low cost, architetto online, due soluzioni di progetto con immagini 3D gratuite ed illimitate

mmmmmmmmm

m

Bagno

Risrutturazione

Stato di progetto

large product photo

 

Viste

large product photo

 

large product photo

 

large product photo

 

large product photo

 

large product photo

 

large product photo

 

large product photo

 

large product photo

 

large product photo

SOLUZIONE DI PROGETTO

Le richieste della committenza erano le seguenti:

  • Necessità di rendere la doccia il più grande possibile.
  • Mantenere i due mobili in listellare impiallaciato di acero bianco ossidato : il primo, di dimensione 116Lx46Px143H copre anche la lavatrice in acciaio 60Lx40P la quale fuoriesce di 12 cm dalla parte frontale del mobile stesso; il secondo è una cassettiera di dimensione 62Lx40Px61H.
  • Uso di sanitari CATALANO sospesi 35Lx52P con necessità di creare controparete per zanche di fissaggio e cassetta di scarico dell'acqua
  • Due lavabi 65Lx48P con due specchi separati e due punti luce.
  • Inserimento di un termoarredo in luogo del calorifero sottofinestra
  • Serramenti esterni e interni da sostituire con elementi in noce
  • Pavimenti e piastrelle di colori preferiti dal beige al marrone scuro (in generale scuro per il pavimento e chiaro per le pareti).

DESCRIZIONE DEL PROGETTOI

La necessità di creare più spazio possibile per la doccia mi ha indotto ad optare per una collocazione dei sanitari nella zona sottofinestra con la creazione di una controparete ad altezza del parapetto finestra che consenta la collocazione di zanche di fissaggio, scarichi a parete e cassetta acqua per il WC, lasciando spazio per la creazione di una piccola zona contenitiva nel sottofinestra. Con tale soluzione il mobile contenente la lavatrice risulterebbe meglio centrato di fronte alla zona lavabo lasciando di conseguenza più spazio per la doccia.

Come piatto+cabina doccia ho scelto un modello LUXOR S 120 asimmetrico, meno invasivo di un modello rettangolare, e che consente inoltre di meglio caratterizzare il bagno da un punto di vista estetico. Il piatto doccia di dimensioni massime 120x80 parte da una profondità di 60 cm che ben si accosta alla parete laterale larga 70 cm; la profondità del piatto aumenta fino a raggiungere la dimensione massima nella zona stondata. L’apertura della cabina doccia è a battente sulla parte rettilinea. Una considerazione riguardante la lavatrice è la seguente: se la lavatrice di profondità 40cm sporge di 12 cm rispetto ai 46 cm del mobile bisogna ammettere che la lavatrice stessa sia ad una distanza di ben 18 cm dalla parete, che mi sembrano decisamente troppi per l’alloggiamento del rubinetto di alimentazione idrica, dello scarico e della parte elettrica. Sono pertanto abbastanza convinto che in fase di ristrutturazione si riesca ad ottimizzare tutti questi elementi riducendo la sporgenza della lavatrice dal mobile a qualche cm.

Relativamente alla finestra si segnala l’opportunità di adottare il sistema di apertura a vasistas nonché un sistema automatizzato di sollevamento della tapparella che con una spesa molto limitata consente il comando o da un interruttore fisso (con cavi elettrici in canalizzazione) o in modalità wireless con telecomando.

L’ultimo elemento che interviene nel nuovo progetto è la creazione di un controsoffitto estetico il cui andamento asimmetrico richiama quello del piatto doccia. La presenza di questo controsoffitto, di altezza 17 cm, consente di meglio assorbire la discontinuità creata dalla parete sporgente 22 cm e consente di accogliere una illuminazione da incasso di tipo spot sulla zona di ingresso.

 

SCELTA DI COLORI E MATERIALI

Per quanto riguarda le scelta dei colori, personalmente ritengo che una tinta che si accosta molto bene all’acero ambrato, ma anche al noce, sia il blu “avio”. Nelle simulazioni ho colorato con tale tinta la parete su cui sia accosta l’imponente mobile in acero. Per la piastrellatura della zona doccia ho scelto un mosaico che richiama il blu avio insieme ad un azzurro chiaro e delle tinte neutre. L’azzurro chiaro viene richiamato nella pavimentazione, mentre il colore neutro è utilizzato per il rivestimento delle zone lavabo e sanitari fino ad altezza parapetto. Questo rivestimento è sormontato da una fascia di mosaico alta 20 cm.

Nelle simulazioni che seguono ho sempre considerato la porta di accesso di colore neutro. Ritengo infatti che una porta in noce appesantirebbe molto l’ambiente e questa considerazione riguarda anche gli altri ambienti della casa ove sono peraltro già presenti mobili in noce.

Il termosifone, in origine sotto la finestra, è stato spostato verso la porta e sostituito con uno scaldasalviette d'arredo.

 

 

Ultimo aggiornamento del sito: 20 gennaio 2010


site design by Massimo Manni